full screen background image

Re-Legion

re1

Standout o fantasiosi giochi RTS di questi tempi sono rari. Se vedi qualcosa, vedrai che giocano sui temi stabiliti e non hanno alcuna innovazione nel modo in cui giocano o in quello che effettivamente fanno in loro.

Ci voleva una cupa estetica cyberpunk simile a Blade Runner e combinata con elementi religiosi e un tocco di Hellraiser per portare qualcosa di decisamente diverso.

La storia di Re-Legion è ambientata in una  versione cyberpunk della Terra e segue Elion. Tutto inizia con un filmato in cui si trova in mezzo a un campo di cadaveri che si lamenta del suo destino. Suona e sembra una specie di minaccioso cyber-dio mescolato con Pinhead. È un inizio intrigante per la storia che poi fa un viaggio indietro fino a un momento prima che lui andasse a fare tutto l’Hellraiser e abbia causato tutto il putiferio.

re2

Andiamo da Elion come un normale tizio a un profeta che ha molti seguaci in un lasso di tempo di 10 minuti.
Re-Legion non gioca come il tuo classico gioco di strategia in tempo reale. Invece, opta per uno stile di strategia Dawn of War 3 in cui i punti di controllo sulla mappa sono fondamentali per il successo. Questi punti si presentano sotto forma di edifici che producono le due risorse principali: la fede e il denaro.

La maggior parte dei meccanismi di Re-Legion sono centrati su tutto lo shinto settario. Quindi, ad esempio, non farai nessuna costruzione di base o unità costruendo qui. Quello che farai invece è predicare la tua fede ai cittadini NPC sparsi per le mappe urbane e convertirli per diventare tuoi da controllare. Una volta convertiti, si utilizzano le risorse di cui sopra per “evolverli” verso un’unità più avanzata.

Il gioco fa molta attenzione a introdurre un’unità per missione, sia per te che per il tuo nemico. La maggior parte delle unità eccellono in cose diverse e alcune hanno anche abilità speciali. Dai soliti vecchi bruti che si fanno strada fino alla vittoria per i predicatori che girano per la mappa da soli per convertire gli infedeli o persino i nemici. Durante la campagna, riceverai aggiornamenti che renderanno alcune unità molto divertenti da giocare, specialmente Elion che diventerà un vero e proprio cyber dio alla fine.

Partendo, scoprirai che la maggior parte delle missioni è abbastanza facilmente vinta con numeri di unità alti. Diventerà sempre più difficile man mano che ti avvicini alla fine della campagna breve, ma la maggior parte delle situazioni può essere risolta con numeri forti. Non c’è alcuna difficoltà a parlare di così non sarai in grado di aggiustare la tua esperienza in alcun modo. Quello che vedi è ciò che ottieni.

re3

La maggior parte delle missioni ruotano attorno a spazzare via il nemico o catturare un edificio specifico e può diventare davvero ripetitivo dopo un po ‘. Ciò che non aiuta è l’omissione dolorosa di altre mod di gioco. Nessun multiplayer, nessuna fazione e nessuna schermaglia o gioco libero di alcun tipo. Anche se la campagna principale differirà leggermente a seconda di alcune delle tue scelte e dei dogmi religiosi che scegli al primo avvio – non cambia il gameplay di base o presenta scenari molto diversi rispetto a quelli che hai visto la prima volta.

I temi religiosi e di culto conferiscono al gioco una leggera atmosfera horror e alcuni filmati sottolineano ulteriormente questo aspetto con voci da brividi e toni di colore ancora più scuri. Il design di tutto, dalle mappe alle unità si adatta perfettamente al tema generale.

Gli edifici importanti sono chiaramente identificati con l’uso generoso del neon, mentre le unità nemiche e controllate dal giocatore presentano un colore un po ‘più dei cittadini neutrali. Queste scelte visive giocano anche bene nella storia. Gli edifici non interattivi e i cittadini NPC sono in grigio per significare che non sono importanti e il lavaggio del cervello della società moderna. Solo quando converti i neutri è che si svegliano e si inoltrano nel mondo reale.

La musica è anche il punto più alto della presentazione. Si armonizza bene con la grafica generale, mescolando synthwave e melodie retro-futuristiche con effetti sonori da combattimento utilizzabili per creare un insieme soddisfacente.

Votazione finale: 7.5/10




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *